Sviluppo sostenibile: proposta operativa

Workshop, lezioni in classe, visite guidate sul territorio, mostre a tema. Porta il nome di "Scuole e sostenibilità" il progetto messo a punto dall'assessorato provinciale alla Gestione del Patrimonio ed Edilizia Scolastica della Provincia di Brescia, riservato agli studenti delle scuole superiori, con l'obiettivo di sensibilizzare a una maggiore responsabilità verso i problemi ambientali, educare al rispetto e alla salvaguardia del territorio e dell'ambiente, promuovere il risparmio energetico e le fonti di energia rinnovabili, la gestione dei rifiuti, la sostenibilità.

"La scuola è il veicolo ideale per informare e sensibilizzare le famiglie - spiega l'assessore Giorgio Prandelli - Gli studenti sono il nostro domani. L'educazione alle tematiche ambientali dei nostri ragazzi è tra gli obiettivi prioritari di questa amministrazione. E' attraverso la sensibilizzazione delle nuove generazioni che possiamo promuovere cambiamenti negli atteggiamenti e nei comportamenti individuali e collettivi".

Il pacchetto di iniziative messe a punto con la collaborazione di a2a, Consorzio Medio Chiese, Centrale Idroelettrica di Edolo e il contributo degli assessorati provinciali alla Pubblica Istruzione, Ecologia e Ambiente, e dell'assessorato comunale alle Politiche giovanili Traffico e Mobilità propongono momenti di studio ma soprattutto approfondimenti "sul campo": una serie di visite guidate sul territorio per prendere coscienza degli impianti esistenti in tema di energia, ambiente, ciclo idrico integrato, energie alternative.

A partire dal mese di mese saranno almeno 1500 gli studenti coinvolti. In collaborazione con a2a, i ragazzi potranno partecipare a cinque workshop, il cui numero massimo di partecipanti è fissato a 100 per ognuno, sui temi del sistema integrato di gestione dei rifiuti, teleriscaldamento e sviluppo sostenibile. Sarà il proseguimento di un lavoro già iniziato negli anni scorsi. Nel programma è inclusa la visita guidata all'impianto di lavaggio terre di spazzamento di via Codignole, la visita al Termoutilizzatore o alla Centraledi Lamarmora, ma anche l'impianto fotovoltaico dell'autoparco di a2a. Il personale di a2a si è reso inoltre disponibile a ben 25 lezioni in classe della durata di 2 ore ciascuna sull'importanza del risparmio e del rispetto dell'acqua.

Per quanto riguarda il Consorzio di Bonifica Medio Chiese, il personale addetto accoglierà gli studenti e li guiderà alle visite agli impianti consortili, alle centraline idroelettriche, agli impianti fotovoltaici e di produzione energia elettrica, nonché alle varie opere realizzate dal Consorzio. Quattro gli itinerari tra cui le scolaresche potranno scegliere in base al loro interesse. In questo caso sono stimate una decina di uscite (il periodo sarà in base alle iscrizioni) per un numero massimo di partecipanti di 50 studenti ciascuna.

Altra meta proposta agli studenti e ai loro docenti è la Centrale di Edolo, di proprietà dell'Enel, uno dei più importanti e moderni impianti idroelettrici d'Italia e d'Europa. La visita guidata da personale della cooperativa In Exodus, comprenderà la visita al Museo dell'Energia idroelettrica di Cedegolo. Anche in questo caso sono previste uscite per un massimo di 50 partecipanti ognuna.

Contemporaneamente nelle scuole che ne hanno fatto richiesta, verrà proposta la mostra itinerante "Rifiuti sulle nuvole": una sessantina di tavole disegnate dai principali fumettisti italiani che con il sorriso vogliono convincerci che è possibile ridurre, recuperare e riciclare rifiuti.

Allegati

Progetto completo riservato alle scuole

Note: Educazione allo sviluppo sostenibile - Proposta operativa per le scuole

Studenti a lezione di teleriscaldamento

Note: Bresciaoggi - 15/3/2011

La sostenibilità entra in classe

Note: Bresciaoggi - 9/3/2011

Cento studenti bresciani a lezione sulla "Gestione" dei rifiuti

Note: Bresciaoggi - 3/3/2011

A scuola di ambiente negli impianti di A2a

Note: Giornale di Brescia - 3/3/2011

Sostenibilità, rifiuti ed ecologia entrano a scuola

Note: Giornale di Brescia - 27/11/2010

Ultima modifica: Mar, 03/03/2015 - 10:30