Consigliera di Parità contro la violenza sulle Donne

Consigliera di Parità contro la violenza sulle Donne

Il ventennale della giornata nazionale contro la violenza sulle donne istituita dall’ONU ha un significato importante per tutta la collettività: serve per parlare e sensibilizzare le persone ad un problema sociale e prima ancora culturale presente nel nostro Paese, che deve essere superato con l’aiuto di tutti.

Solo in Lombardia gli ultimi dati sono drammatici: oltre 8.000 segnalazioni dall’inizio dell’anno con la nostra Provincia che si trova seconda dopo solo Milano.

La “cultura del rispetto per l’altro” va coltivata in famiglia (la violenza di genere è soprattutto domestica), nelle scuole di ogni grado, nelle istituzioni e soltanto con la sua capillare diffusione sarà possibile arginare il problema e vedere diminuire gli episodi sanguinosi che si ripetono così spesso.

A questa strategia di lungo periodo, vanno affiancate azioni positive concrete che ciascuno di noi può mettere in campo, a partire dalle Istituzioni che fungono da modello, così che segnalazioni di episodi noti che non vanno trattati con la diffusa indifferenza, dare aiuto nell’ascolto di chi è in difficoltà, irrobustire le efficienti reti territoriali riconoscendo loro il ruolo fondamentale ma vigilando, da parte delle Istituzioni preposte, a che le risorse economiche a ciò dedicate vadano allocate secondo regole rispettose dei criteri di efficacia nell’aiuto e proporzionata alle esigenze dei più deboli.

 

Avv. Nini Ferrari, Consigliera di Parità della Provincia di Brescia

Data: 25/11/2019 Ultima modifica: Mar, 26/11/2019 - 09:42
Pubblicato da: URP - Redazione web Fonte: ufficio Consigliera di Parità