28 maggio 1974... oggi. Diario di comunità

28 maggio 1974... oggi. Diario di comunità

“28 maggio 1974… oggi. Diario di comunità” è il primo volume realizzato dal neonato Centro Studi del CTB Centro Teatrale Bresciano, creato per approfondire le tematiche culturali che investono e sottendono l’attività di produzione teatrale e lo sforzo di offrire al pubblico bresciano le eccellenze delle proposte teatrali nazionali. Un progetto di valorizzazione e ricerca che inaugura la sua attività con la pubblicazione dei Quaderni del Centro Teatrale Bresciano, riprendendo una tradizione che si è persa oltre venticinque anni fa e che ha caratterizzato una fase importante della vita del teatro stabile della nostra città.
Ed è con una pubblicazione incentrata su uno degli eventi più significativi ed espressivi della coscienza comunitaria della città di Brescia - pagina tra le più dolorose degli ultimi cinquant’anni, vivissima nell’immaginario collettivo e cui si lega la memoria di tanti - che si apre la collana: il primo volume è infatti dedicato alla strage di Piazza della Loggia del 28 maggio 1974 ed è intitolato 28 maggio 1974… oggi. Diario di comunità.

 

In corrispondenza delle recite bresciane de La parola giusta, il Centro Teatrale Bresciano in collaborazione con Casa della Memoria si è fatto promotore di un progetto speciale rivolto agli spettatori e alla cittadinanza, inserito nel palinsesto di eventi del progetto MI50BS45 La stagione inquieta della Repubblica e intitolato 28 maggio 1974… oggi. Diario di comunità, fortemente legato ai temi e al taglio narrativo dello spettacolo.
A coloro che si sono recati a teatro per assistere alle rappresentazioni è stato richiesto di lasciare un contributo scritto sulla propria personale esperienza del 28 maggio, intesa nella sua espressione più ampia: come memoria diretta di chi quel giorno lo visse in prima persona, in piazza o altrove, di chi partecipò ai funerali o alle commemorazioni, ma anche di chi, per ragioni anagrafiche, ne ha conosciuto la storia soltanto poi, a scuola o attraverso i racconti in famiglia.

 

L’obiettivo del progetto è di dar vita a un grande atto di memoria viva comunitaria, a un racconto collettivo e intergenerazionale di un evento drammatico che ha segnato la storia di Brescia e che, allo stesso tempo, ha dato avvio a una risposta civile e democratica alla violenza da parte della città, che continua tuttora a far sentire la sua voce e a produrre anticorpi.
Al termine di ciascuna recita dello spettacolo Lella Costa ha illustrato in breve il progetto, e il personale di sala ha distribuito al pubblico volantini in formato pagina di diario sui quali era possibile compilare la propria testimonianza.

 

Il volume sarà acquistabile presso le biglietterie del Centro Teatrale Bresciano a partire dalla prossima Stagione (ottobre 2021), mentre è disponibile fin da ora  presso le seguenti librerie di Brescia:

• Nuova Libreria Rinascita, Via della Posta 7;

• Libreria La fenice, Via Solferino 10/A;

• Libreria Ferrata, Corso Martiri della Libertà 39.

Allegati

Comunicato Stampa

Note: Scarica l'allegato

Data: 01/07/2021 Ultima modifica: Gio, 01/07/2021 - 15:23
Pubblicato da: URP - Redazione web Fonte: Staff di Direzione