Pro Loco

 

Legge regionale 1 ottobre 2015 - n. 27

Politiche regionali in materia di turismo e attrattività del territorio lombardo.

 

Art. 6

(Competenze delle province e della Città metropolitana di Milano)

 

1. Le province e la Città metropolitana di Milano concorrono allo sviluppo delle attività di promozione turistica integrata del territorio di competenza, mediante la realizzazione di specifici progetti coordinati con la Giunta regionale.

2. Le attività di cui al comma 1 devono essere coerenti con le priorità e le linee di azione individuate dalla Regione e con quelle previste dal piano turistico annuale di promozione e at­trattività del territorio lombardo.

3. Le province e la Città metropolitana di Milano esercitano le funzioni relative a:

a) abilitazioni per le professioni turistiche e vigilanza e control­lo sull’esercizio delle stesse;

b) classificazione delle strutture ricettive sulla base dei requi­siti previsti con regolamento della Giunta regionale e cura dei relativi elenchi da trasmettere mensilmente alla stessa, ai fini della validazione dei dati dell’Istituto nazionale di sta­tistica (ISTAT);

c) vigilanza e controllo sul mantenimento dei requisiti di clas­sificazione di cui alla lettera b);

d) raccolta e trasmissione alla Regione dei dati statistici men­sili sul movimento dei clienti nelle strutture ricettive, secon­do criteri, termini e modalità definiti dalla Giunta regionale, nel rispetto degli indirizzi impartiti nell’ambito del sistema statistico regionale, nazionale ed europeo;

e) comunicazioni concernenti le attrezzature e le tariffe delle strutture ricettive;

f) raccolta e redazione di informazioni turistiche locali ai fini dell’implementazione del portale turistico regionale e con­nesso sviluppo delle attività on line;

g) collaborazione e sostegno alle reti di informazione e accoglienza;

h) vigilanza e controllo sulle attività delle associazioni pro loco;

i) raccolta e comunicazione delle segnalazioni dei turisti re­lativamente alle attrezzature, ai prezzi delle strutture ricetti­ve e alle tariffe dei servizi e delle professioni turistiche.

4. Con riferimento alle funzioni previste al comma 3 si prov­vede con le risorse individuate nell’ambito dell’attuazione della legge 7 aprile 2014, n.56 (Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni).

5. La provincia di Sondrio, in considerazione delle sue carat­teristiche territoriali, gestisce specifici interventi per lo sviluppo della filiera del turismo e dell’attrattività territoriale di montagna.

6. Le province e la Città metropolitana di Milano, d’intesa con la Regione e nel rispetto delle norme previste dalla presente leg­ge, possono avvalersi delle CCIAA per lo svolgimento delle fun­zioni di cui al comma 3.

 

Art. 12

(Associazioni pro loco)

 

1. La Regione riconosce e promuove le associazioni pro loco e le loro unioni, organizzate in modo volontario e senza finalità di lucro, come uno degli strumenti efficaci della promozione tu­ristica di base, nonché della valorizzazione delle eccellenze, fa­vorendone il ruolo attivo all’interno dei partenariati previsti dalla presente legge e finalizzati all’attrattività del proprio territorio.

2. Sono pro loco le associazioni locali con sede nella regio­ne Lombardia, che svolgono la propria attività di valorizzazione delle realtà e delle potenzialità turistiche, naturalistiche, culturali, storiche, sociali ed enogastronomiche dei luoghi in cui operano.

3. È istituito presso la Giunta regionale l’albo regionale delle as­sociazioni pro loco. Con deliberazione di Giunta regionale sono di­sciplinate la costituzione e i requisiti per ottenere l’iscrizione all’albo.

4. La Giunta regionale provvede, tramite la direzione com­petente per materia, alla gestione dell’albo regionale di cui al comma 3.

5. L’albo regionale delle associazioni pro loco è pubblicato nel portale internet della Regione e annualmente nel Bollettino ufficiale della Regione Lombardia.

6. Le associazioni pro loco possono organizzare escursioni e attività ricreative, culturali e turistiche esclusivamente nell’ambito del proprio territorio comunale e in quelli contigui, ad ecce­zione delle iniziative attuate con altre associazioni analoghe per favorire reciproci scambi, gemellaggi e collaborazioni. Al di fuori di tali casi le pro loco devono avvalersi di agenzie di viaggio e turismo autorizzate.

 

Scarica la Legge Regionale 1 ottobre 2015 - n. 27

Ogni informazione può essere richiesta al referente:

 

Savoldi Sergio
Provincia di Brescia Settore Cultura e Turismo

Palazzo Martinengo, Via Musei 32 - 25121 Brescia
Tel. 030 3749957

email: ssavoldi@provincia.brescia.it

Ultima modifica: Mar, 01/03/2016 - 14:17