Progetto OLPC

ONE LAPTOP PER CHILD

La Provincia aderisce alla campagna di diffusione del primo pc adatto ai bambini di tutto il mondo. Dall'incontro tra l'Assessorato all'Innovazione e Giovani della Provincia di Brescia e Nicholas Negroponte, presidente della fondazione "One Laptop Per Child (OLPC)" e graduato del MIT di Boston, è nata una collaborazione che permetterà inizialmente agli studenti bresciani di accrescere le proprie competenze informatiche e, al contempo, favorire l'alfabetizzazione tecnologica di altrettanti loro coetanei dei paesi in via di sviluppo.

L'Associazione One Laptop Per Child (OLPC) è un'organizzazione no profit il cui scopo è quello di sconfiggere la povertà nel mondo fornendo alle nuove generazioni dei paesi in via di sviluppo uno strumento per:

  • imparare la cultura informatica e l'environment del PC;
  • supportare l'attività didattica in aula e a casa;
  • entrare nella comunità globale attraverso Internet;
  • autoemanciparsi dal punto di vista culturale ed economico.

 

Per realizzare tale progetto l'OLPC, con la collaborazione su base volontaria dei migliori talenti nel campo dell'elettronica e dell'informatica (molti dei quali provenienti dal MIT di Boston), ha realizzato un personal computer con sistema operativo open (libero da licenze) adatto ai bambini in età scolare per quanto riguarda i materiali, l'interfaccia grafica e per gli applicativi (sviluppati dal Media Lab dell'MIT) pensati per uso collaborativo, per citare il fondatore Nicholas Negroponte: "Il laptop XO, un portatile adatto per bambini e disegnato per imparare ad imparare".

 

Al fine di diffondere l'XO laptop nei paesi più poveri e offrire ad un numero sempre più elevato l'opportunità di emanciparsi, esplorare, sperimentare ed esprimersi l'OLPC ha messo a punto il programma "Give One Get One" (G1G1) che prevede che per ogni laptop acquistato ne venga donato uno ai bambini dei paesi del sud del mondo.

 

Allo scopo di promuovere iniziative rivolte ad incrementare la consapevolezza e l'utilizzo delle tecnologie informatiche, sia come strumenti di supporto alla didattica, sia per incrementare le occasioni di incontro fra i giovani - cittadini del domani - e le istituzioni, la Provincia di Brescia ha aderito al suddetto programma acquistando 640 laptop: 320 per le scuole bresciane e 320 da inviare in Etiopia.

 

L'XO laptop è stato progettato intorno al bambino: dall'interfaccia grafica che lo pone al centro delle attività (non applicazioni da utilizzare!), al software che punta sull'esperienza educativa che i bambini fanno mentre utilizzano il laptop (sfruttando il principio che i bambini imparano lavorando come gli adulti, soltanto più in fretta!), al materiale indistruttibile e al design flessibile con gli angoli che gli fa assumere altre sembianze da portatile standard a lettore di libri elettronici a console di gioco.

 

Per facilitare l'ambiente collaborativo, i laptop utilizzano una rete Mesh che interconnette i laptop ad ogni distanza. Sfruttandone la connettività, ogni soggetto può superare l'isolamento e rilevare la presenza di altri membri, ciò permette di rendere il processo cognitivo più interessante e di stimolare le capacità tecniche.

Il 22 ottobre è prevista una presentazione a Brescia con la presenza di Nicholas Negroponte per promuovere l'iniziativa e sensibilizzare privati ed istituzioni ad aderire a tale progetto.

 

Collegati per maggiori informazioni a http://escuola.provincia.brescia.it/portal/page/portal/escuola/progetti/olpc

 

A breve verrà pubblicato il video dell'intervento di Nicholas Negroponte, ideatore dell'OLPC, alla conferenza stampa di presentazione

Allegati

I Laptop arrivano in Valcamonica

Note: Scarica l'allegato

Testo del video inviato da Nicholas Negroponte

Note: Scarica l'allegato

I 5 principi dell'XO Laptop

Note: Scarica l'allegato

L'XO Laptop: caratteristiche tecniche

Note: Scarica l'allegato

Nicholas Negroponte

Note: Scarica l'allegato

Le scuole coinvolte

Note: Scarica l'allegato

Ultima modifica: Mar, 23/06/2015 - 10:24