Servizi finalizzati e servizi di granturismo

I servizi finalizzati sono servizi di trasporto pubblico di linea effettuati con programmi di esercizio esposto al pubblico, con vincolo di percorso autorizzato e ad offerta indifferenziata al pubblico, anche se costituito da una particolare categoria di persone (art. 2, comma 4, lettera b) della legge regionale n. 6/2012).
Sono quindi servizi caratterizzati da un trasporto finalizzato al raggiungimento di una destinazione con specifica funzione (scuola, luogo di lavoro, di cura, di svago, di aggregazione sociale, centri commerciali, ecc.) offerti in maniera indifferenziata, anche se limitatamente ad una particolare categoria di persone (studenti, lavoratori, anziani, ecc.).
Tale servizio deve essere accessibile a tutti coloro che intendano usufruirne, nel rispetto del programma di esercizio esposto al pubblico e dei percorsi autorizzati, o, in caso di offerta riservata ad una particolare categoria di persone, a tutti coloro che appartengono a tale categoria.
Si precisa quindi che, laddove il servizio venisse offerto con modalità che individuano come utenti esclusivi un gruppo di persone precostituito prima dell'inizio del servizio, venendo a mancare il requisito dell'offerta indifferenziata, tale servizio, risultando privo di vincolo di percorso autorizzato e di programma di esercizio esposto al pubblico, si qualifica come servizio di noleggio con conducente (NCC) e deve rispettarne la relativa disciplina.


I servizi di granturismo sono servizi di trasporto pubblico di linea aventi lo scopo di servire località con particolari caratteristiche artistiche, culturali, storico-ambientali e paesaggistiche (art. 2, comma 4, lettera c) della l.r. n. 6/2012).

La Regione ha il compito di disciplinare, anche mediante regolamenti, le attività relative ai servizi di trasporto pubblico di linea, mentre alle Province spettano i compiti e le funzioni concernenti la programmazione, regolamentazione e controllo dei servizi interurbani e dei servizi a domanda debole, il rilascio delle autorizzazioni per lo svolgimento dei servizi di linea con autobus immatricolati da noleggio, nonché la regolamentazione e il controllo dei servizi di granturismo intercomunali.

La disciplina dei servizi finalizzati e dei servizi di granturismo è stata ridefinita dalla Regione con deliberazione della Giunta regionale n. 1024 del 17/12/2018, riferita in particolare ai servizi effettuati con mezzi automobilistici e di navigazione, anche anfibi.

I suddetti servizi si distinguono in:

a) servizi finalizzati contribuiti, che prevedono un obbligo di servizio e una programmazione inclusa nell'ambito del Programma di Bacino del TPL approvato dall'Agenzia per il TPL e/o sono regolati da un contratto di servizio con operatore scelto attraverso procedura di affidamento;

b) servizi finalizzati non contribuiti e di granturismo, caratterizzati da: efficacia commerciale, assenza di corrispettivo pubblico di gestione poiché non esistono obblighi di servizio, tariffe definite liberamente dal gestore, esercizio del servizio avviato mediante presentazione di SCIA ai sensi dell'art. 19 della legge n. 241/1990 all'ente pubblico competente.
 
La Provincia è competente a verificare la sussistenza dei presupposti e requisiti per l'esercizio dei servizi finalizzati non contribuiti e di granturismo svolti sul territorio di più comuni bresciani o di più province quando l’origine del servizio sia in provincia di Brescia

Allegati

Deliberazione della Giunta regionale n. 1024 del 17/12/2018

Note: scarica l'allegato

Ultima modifica: Ven, 20/03/2020 - 10:40