Cosa è la "smart city"?

 

 

 

 

Il paradigma Smart City (o della “città intelligente”) intende affrontare con un approccio innovativo le problematiche del moderno sviluppo urbano, in particolare all’interno delle città europee: l’invecchiamento della popolazione, i problemi di convivenza legati alle migrazioni, l’aumento del traffico, il consumo di suolo, il peggioramento delle condizioni ambientali, la contrazione dello spazio pubblico.

Le iniziative messe in campo dall’Unione Europea in tema di sostenibilità ambientale (obiettivi Europa 2020) e sull’innovazione digitale e l’evidente contrazione di risorse a disposizione delle Amministrazioni pubbliche rendono necessaria l’adozione di strumenti inediti di governo del territorio, di soluzioni intelligenti (“smart”) che siano in grado di sfruttare il potenziale messo a disposizione delle nuove tecnologie.

Gli interventi di efficientamento energetico promossi dalla Provincia di Brescia relativi all’ammodernamento della rete di illuminazione e alla riqualificazione energetica degli edifici risultano in linea con il modello della Smart City e consentiranno alle amministrazioni locali di svincolare risorse per la realizzazione di ulteriori interventi di innovazione, tra questi:

-        Lo sviluppo di connettività internet wi-fi in prossimità dei pali di illuminazione presenti nelle zone strategiche del territorio comunale e a maggiore densità di utenti.

-        Interventi di infomobilità che incentivino uno sviluppo integrato della mobilità provinciale (smart mobility), nell’ottica di una riduzione degli spostamenti con automobile privata a favore del trasporto pubblico, su rotaia e della mobilità ciclabile.

-        L’intensificazione della videosorveglianza, anche grazie alla disponibilità di connessioni a banda larga, per consentire iniziative di analisi dei flussi di traffico ed interventi di incremento della sicurezza.

-        La realizzazione di iniziative per la promozione turistica, attraverso lo sviluppo di applicazioni informatiche utilizzabili in mobilità che consentano di vivere il territorio in maniera interattiva, di accedere rapidamente ad informazioni relative ai musei, ai luoghi di approfondimento ed ai servizi di utilità.

-        L’installazione di punti di ricarica elettrica per lo sviluppo della mobilità elettrica sia automobilistica che ciclabile nella direzione di una riduzione delle emissioni inquinanti negli spazi urbani.

-        Lo sviluppo dei protocolli e degli apparati per l’Internet delle Cose (IoT - Internet of Things), cioè di una rete intelligente di sensori ed apparati distribuiti sul territorio, collegati ad internet, in grado di rilevare i parametri ambientali ed interagire con le utenze domestiche per ottimizzarne i consumi.

Ultima modifica: Mar, 19/01/2016 - 11:06