Autoscuole

Le Autoscuole, ovvero le attività che hanno per scopo l'educazione stradale, l'istruzione e la formazione dei conducenti di veicoli a motore, sono soggette a vigilanza amministrativa e tecnica da parte delle Province come previsto dall'art. sensi dell'art. 105, comma 3 del D.Lgs n. 112/1998.

L'attività di scuola guida è disciplinata dal D.M. 317 17.05.1995, dall'art. 123 del D.Lgs. 30.04. 1992 n. 285 (Codice della Strada), recentemente modificato dalla legge 2 aprile 2007 n. 40 che ha liberalizzato l'attività e dalla Legge 120 del 29 luglio 2010 "disposizioni in materia di sicurezza stradale" che ha innovato modificando alcuni aspetti inerenti l'esercizio dell'attività.

Per l'apertura di un'autoscuola o di nuove sedi, o per il semplice trasferimento di attività già esistenti, è sufficiente presentare alla Provincia una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), fatto salvo il rispetto dei requisiti morali e professionali e degli standard tecnico-organizzativi previsti dalla normativa.

Nei sessanta giorni successivi alla presentazione della segnalazione, la Provincia di Brescia procede alla verifica dei presupposti e requisiti di legge per l'esercizio dell'attività.

Sulla base delle risultanze, adotterà un provvedimento favorevole all'inizio dell'attività, oppure un provvedimento di divieto di prosecuzione dell'attività, ovvero disporrà la conformazione della stessa alla normativa di settore, assegnando al privato un termine non inferiore a trenta giorni per poter provvedere.

Ogni variazione relativa all'assetto societario, ai locali, al personale, agli orari, alle tariffe, al parco veicolare e al materiale didattico deve essere tempestivamente comunicata per le verifiche di competenza.

Ultima modifica: Ven, 15/05/2015 - 12:38